venerdì 9 dicembre 2016

Il Rondò 2017


Venerdì 25 novembre alle 18, presso la Sala conferenze dell’UBI Banca a Luino, si è tenuta l’annuale presentazione del “Rondò, almanacco di Luino e dintorni”.

La dott.ssa Manuela Nastro, in veste di padrona di casa, ha introdotto i lavori, ricordando in particolare l’assenza di una figura fondamentale del Rondò, la signora Piera Corsini, che è venuta a mancare proprio quest’anno. In seguito ha presentato il relatore del “Rondò 2017”, il prof. Marco Fazio, docente di Storia dell’arte, nonché sindaco di Germignaga.

Il prof. Fazio ha illustrato i diversi contributi. suddividendoli secondo due filoni: quello dei nostri illustri conterranei, Piero Chiara e Vittorio Sereni, e quello della Resistenza nella seconda guerra mondiale. Ci piace ricordare in particolare l’articolo di Marco Gnemmi, relativo alla sua tesi su Vittorio Sereni, in quanto ex studente del nostro Liceo ed ex alunno della prof.ssa Sonnessa.

Presentando in modo chiaro e preciso, ma al contempo sintetico per suscitare il desiderio di leggere in prima persona gli articoli citati, il prof. Fazio ha poi passato la parola all’Ing. Pierangelo Frigerio, che aveva il compito di ricordare “la Piera del lago”, che è stata per anni l’anima del Rondò grazie all’amore che nutriva per la sua Luino.

Il prof. Angelo Aschei ha continuato su questa linea, illustrando due contributi di Piera Corsini, ricordando che questo Rondò “stringato e mesto” è tale anche per la morte di un altro grande luinese, Dario Fo.

Ha preso infine la parola la dott.ssa Nastro, che ha auspicato nuova linfa per ridare vita al Rondò, perché l’anno prossimo non sia l’ultimo, ma forse l’inizio di qualcosa di nuovo.

E noi auguriamo a tutta la redazione un buon lavoro, affinché si continui a pubblicare un contributo che illustra la bellezza e le peculiarità della nostra Luino.

La Redazione