mercoledì 24 febbraio 2016

Gli artisti e le artiste del liceo

Iniziò tutto quando, nel lontano 2012, andammo a far visita alla Scuola Primaria “Bernardino Luini”, per iniziare a conoscere la realtà dell’alternanza scuola-lavoro, che l’anno dopo avremmo cominciato proprio in strutture analoghe. Rimanemmo molto colpiti dal corridoio che portava alla mensa, un corridoio stretto, lungo, però spoglio. In quelle mura bianche abbiamo visto la potenzialità di un’opera che avrebbe rallegrato i bambini nel percorso verso il proprio pranzo: abbiamo immaginato il sorriso meravigliato dei bambini alla vista di un tripudio di colori e forme; per questo abbiamo cominciato un progetto che si è protratto per circa tre anni. In un primo momento abbiamo cominciato ad abbozzare alcune figure, riprese dalle fiabe, che ricordassero il cibo o che fossero in un certo modo collegate a questo tema; inoltre abbiamo deciso di trovarci due pomeriggi a settimana per riuscire a disegnare il progetto, inizialmente a matita. Non sono mancate le difficoltà: difficile era riuscire a rispettare la prospettiva, mancavano persone che ci aiutassero concretamente  (inizialmente eravamo solo in tre\quattro) nella realizzazione, mancavano le tempere. Ma è stato grazie al prezioso contributo dei genitori e alla fiducia che la Scuola ha riposto nella nostra idea che siamo riusciti finalmente ad attuarlo e completarlo. Essenziale è stato l’aiuto della 2U, e comunque in generale  di tutte le classi dell’indirizzo Scienze Umane del Liceo Sereni. Grazie alla costanza di questi ragazzi, e alle ore passate a completare l’opera con dedizione tre pomeriggi a settimana, siamo riusciti a portare a termine quest’idea e ora, nel corridoio che porta alla mensa, i bambini potranno osservare personaggi dei vari cartoni animati letti in chiave “alimentare”. Siamo felici di aver portato a termine questo percorso, per noi importantissimo, e vorremmo esortare chiunque avesse idee analoghe a non aver paura di esprimerle, perché con il giusto supporto possono divenire realtà, una realtà osservabile ogni giorno, e che può cambiare un piccolo pezzo di mondo.


Martina Molon, Monica Rossi, Sarah Righi (5U)