martedì 3 luglio 2018

COSA NUTRE LA VITA

La scorsa settimana Brenta, piccolo paese della Valcuvia, è diventata un punto di riferimento per tutti gli appassionati di affreschi e altre opere d'arte locali. Il Vicariato di Cittiglio, che comprende anche le parrocchie di Brenta, Caravate e Gemonio, ha deciso infatti di portare nel santuario di S.Quirico la mostra "Cosa Nutre La Vita", nata in occasione di Expo 2015 per affrontare il tema del cibo nell'arte per il Cristiano. Attraverso un percorso delineato da tre sezioni, la prima sull'iconografia della Madonna del Latte, la seconda sulle Ultime Cene e la restante sul Ciclo dei Mesi, lo spettatore ha potuto andare oltre il significato materiale del cibo per scoprire quello spirituale, così come veniva visto dagli occhi di semplici uomini medievali. La mostra è stata realizzata da alcune classi del Liceo Sacro Monte di Varese in collaborazione con il centro culturale Massimiliano Kolbe di Varese e il centro Tommaso Moro di Gallarate.
Ogni pomeriggio, dal 16 al 24 giugno, dalle 16.30 alle 22.00 i visitatori hanno potuto fruire di visite guidate gratuite, tenute da alcune ragazze della classe 4BL del Liceo “V.Sereni” di Luino che hanno collaborato all'iniziativa nell’ambito del progetto alternanza scuola-lavoro. Sabato 16 giugno si è tenuta l’inaugurazione della mostra, che è cominciata alle 16.30. Dopo i saluti della promotrice della mostra, la professoressa Bardelli, è intervenuto il Vicario foraneo, don Silvio parroco di Gemonio e, successivamente, la prof.ssa Paola Viotto, una delle autrici dell’esposizione, che ha presentato i contenuti dei pannelli; infine è intervenuta la Preside del Liceo “V.Sereni” che si è mostrata molto contenta dell’adesione a questo progetto. Dopo i dovuti ringraziamenti, c’è stato un rinfresco e sono iniziate in seguito le visite guidate condotte dalle studentesse. 
L'evento ha riscosso successo nell’intera settimana sia tra le 150 persone che hanno visitato la mostra, sia tra gli oltre 250 bambini e ragazzi dei Grest di Cittiglio-Brenta, Gemonio e Caravate che l’hanno visitata durante l’esperienza dell’Oratorio estivo. Le ragazze di 4BL sono riuscite ad adattarsi alle diverse situazioni, usando un linguaggio specifico e dettagliato nei confronti dei normali visitatori, mentre hanno prediletto un approccio più semplice ed immediato con i bambini di elementari e medie. Inoltre, a seguito di ogni visita, è stato proposto un laboratorio didattico: i bambini della primaria hanno partecipato ad una "caccia al tesoro", mentre i ragazzi più grandi hanno risposto alle domande di un gioco a quiz. Entrambe le giornate sono terminate con un pranzo offerto dagli alpini, tra gioia e risate. L'esperienza è stata molto apprezzata soprattutto dalle alunne, che hanno trovato questo progetto di alternanza scuola-lavoro particolarmente coinvolgente e ispirante.

Carmen Urciuoli e Carolina Zerpelloni (4BL)